Serviziper le sale Mediatecaprovinciale CinemaConca Verde Cinema Teatrodel Borgo La scuola al cinemaarrivano i film Rassegna stampacinematografica Centro studicinematografici Infoe contatti
DUNKIRK
Prova di maturità per il regista di INTERSTELLAR, INCEPTION, MEMENTO
Regia: Christopher Nolan Attori:Tom Hardy,Cillian Murphy Nazione: Usa, Gb, Francia Anno: 2017 Genere: Guerra Anno: 106'
DUNKIRK
di Christopher Nolan, con Tom Hardy,Cillian Murphy, guerra, Usa-Gb-Francia, 2017, 106'.
 
Un’esperienza sensoriale che travalica i viaggi interplanetari di Interstellar e i giochi di magia di The Prestige. Qui va in scena il cinema nella sua forma più pura, quella che rimane impressa nello sguardo e fa battere forte il cuore.
 

Prova di maturità per il regista di INTERSTELLAR, INCEPTION, MEMENTO. Dunkirk rappresenta una summa composta del suo cinema, senza però venirne in alcun modo limitato.

 

Il ticchettio di un orologio. Battiti di cuore. Ancora una volta il primo nemico, quello più arduo da contrastare, per Christopher Nolan non sta fuori.  
Dunkirk, non narra chissà quali gesta eroiche; non è la storia di una vittoria in senso stretto, così come il film che ne riporta certi fatti non è un film di guerra in senso stretto. Perché questa è la storia di una ritirata, non di una conquista: l’unica battaglia, quella vera, come sovente accade nel cinema di Nolan, è quella che l’uomo combatte, come già accennato, contro sé stesso. La domanda, che fino a ieri era: «fino a che punto possiamo fidarci di ciò che pensiamo e di ciò che vediamo?», ora consiste nel: «fino a che punto possiamo fidarci della nostra volontà?». Giusto una leggera variazione sulla carta, che però comporta implicazioni di portata immane.

 

Quattrocento mila soldati britannici sono bloccati sulla costa di Dunkerque. Siamo agli inizi della Seconda Guerra Mondiale e i tedeschi si apprestano ad invadere la Francia. Una situazione surreale, un limbo terreno in cui le vite di tutti questi uomini restano sospese. Proprio tale sospensione ci informa sul perché una pagina del genere si presti così tanto per essere approcciata da Nolan; basta rivolgersi a quell’unico criterio che fa la differenza nei suoi film, ossia la temporalità. Orientarsi nei suoi lavori perciò non consiste mai nella ricerca di un dove bensì di un quando, nel trovare una collocazione temporale prima ancora che spaziale.

 

 

CINEMA DEL BORGO

 

Venerdì 6 Ottobre, ore 22.15

Sabato 7 Ottobre, ore 22.15

Domenica 8 Ottobre, ore 20.45

Lunedì 9 Ottobre, ore 21.00