Serviziper le sale Mediatecaprovinciale CinemaConca Verde Cinema Teatrodel Borgo La scuola al cinemaarrivano i film Rassegna stampacinematografica Cinema all'apertoArena Santa Lucia Infoe contatti

DUNE

L'ATTESISSIMO FILM DI DENIS VILLENEUVE FINALMENTE (SOLO) AL CINEMA

DUNE
Regia: Denis Villeneuve Attori:Timothée Chalamet, Rebecca Ferguson, Oscar Isaac, Josh Brolin Nazione: USA Anno: 2020 Genere: Fantascienza Durata: 155'
DUNE
 
CINEMA CONCA VERDE
Giovedì 16 Settembre, ore 21:00
Venerdì 17 Settembre, ore 21:00
Sabato 18 Settembre, ore 17:30 - 21:00
Domenica 19 Settembre, ore 15:00 (sala 2) - 17:30 - 21:00
Lunedì 20 Settembre, ore 20:45 VERSIONE IN LINGUA ORIGINALE CON SOTTOTITOLI IN ITALIANO
Martedì 21 Settembre, ore 20:45 (sala 2)
Mercoledì 22 Settembre, ore 20:45
 
Trama
“Dune”, un’epica avventura ricca di emozioni, narra la storia di Paul Atreides, un giovane brillante e talentuoso, nato con un grande destino che va ben oltre la sua comprensione, che dovrà viaggiare verso il pianeta più pericoloso dell’universo per assicurare un futuro alla sua famiglia e alla sua gente. Mentre forze maligne si fronteggiano in un conflitto per assicurarsi il controllo esclusivo della più preziosa risorsa esistente sul pianeta - una materia prima capace di sbloccare il più grande potenziale dell’umanità - solo coloro che vinceranno le proprie paure riusciranno a sopravvivere.
 
Un remake vincente che ridà nuova vita al plot originale fondendo riflessione e spettacolarità.
Denis Villeneuve affronta le quasi 700 pagine del libro di Frank Herbert, ormai divenuto un classico della fantascienza, dalla prospettiva filologicamente più corretta e cinematograficamente più efficace. Rinuncia cioè a una illusoria sintesi, destinata inevitabilmente a creare buchi di sceneggiatura data la complessità dell'intreccio, e ci propone una prima parte di notevole durata ma di altrettanto notevole efficacia.
 
Villeneuve ha sottolineato più volte l'esigenza di portare assolutamente Dune nelle sale: "Incoraggio le persone a vederlo sul grande schermo. Quando guardi questo film sul grande schermo, è quasi un’esperienza fisica. Abbiamo progettato il film affinché fosse il più coinvolgente possibile e per me il grande schermo fa parte del linguaggio stesso della pellicola."